close


Università 28 Apr 2022 | aggiornato il: 4 Set 2022

Come scegliere l’università: una guida pratica

Si sta avvicinando la fine del percorso di studi alle scuole superiori o scuola secondaria di secondo grado: cosa fare dopo? Se ti interessa intraprendere un percorso di studi universitario, la scelta è amplissima! È necessario fare una prima scrematura per capire bene le tue inclinazioni personali, i tuoi interessi e le possibilità di sbocchi lavorativi. Se non hai già le idee chiare sul tuo futuro, qui troverai alcune delucidazioni utili alla tua scelta.

 

Differenza tra facoltà e corsi di laurea

Il Corso di Laurea può essere di primo livello (laurea Triennale) o secondo livello (laurea Magistrale). Per conseguire una Laurea, gli studenti dovranno acquisire 180 crediti formativi universitari (CFU) dilazionati in un massimo di 20 prove.

 

Cosa è cambiato tra corso di laurea e facoltà?

La famosa riforma Gelmini nel 2010 ha soppresso le facoltà e gli organi afferenti, sostituiti e accorpati dai dipartimenti universitari, i quali hanno riorganizzato la didattica nei rispettivi Corsi di laurea. Ciascuna facoltà o dipartimento universitario include differenti indirizzi o corsi di laurea.

 

Quali sono le differenze tra indirizzi umanistici e scientifici?

È molto difficile, se non impossibile, passare in rassegna facoltà per facoltà. Orientativamente, le facoltà umanistiche hanno un approccio teorico, discorsivo, dialogico, e sono volte ad approfondire vari aspetti della cultura (letteratura, arte, storia, filosofia e molto altro) e a sviluppare un pensiero critico ed esegetico. Le facoltà scientifiche hanno un approccio analitico, tecnico, sperimentale e prevedono percorsi pratici, tirocini, redazione di tesi sperimentali (diverse da alcune tesi compilative delle facoltà umanistiche).

 

Come si articola il percorso di studi?

Il primo ciclo prevede corsi di laurea triennale, al termine dei quali si consegue il titolo di Dottore; il secondo ciclo include corsi di laurea magistrale, che attribuiscono il titolo di Dottore magistrale, con eventuale master di primo livello; il terzo ciclo prevede master di secondo livello, dottorati di ricerca, corsi di specializzazione.

 

Come si definisce la laurea quinquennale? 

Il Corso quinquennale di Laurea Magistrale a Ciclo Unico (300 crediti organizzati in un massimo di 30 esami) o anche di sei anni (360 crediti dilazionati in un massimo di 36 esami) prevede l’accesso con il diploma di scuola secondaria superiore.

 

Per iniziare a orientarti per capire cosa fare e cosa studiare, prova a consultare un manuale con una guida utile dalla maturità alla scelta universitaria:

 

E adesso? Guida dalla Maturità all’Università per costruire il tuo futuro. 

 

 

Come scegliere la facoltà universitaria?

Per quanto riguarda le modalità per scegliere l’università, è un discorso individuale, ciascuno di noi ha i propri parametri di scelta. Da un lato, i possibili sbocchi lavorativi, la scelta di una facoltà immediatamente “professionalizzante” può indurre a intraprendere percorsi scientifici (per esempio ingegneria, economia).

 

Dall’altro lato ci sono le proprie inclinazioni e passioni personali. Può sembrare un criterio di scelta secondario o discutibile, ma per molte persone è un metro di giudizio importante: alcuni di noi, infatti, sono spiccatamente portati per studi umanistici e faticherebbero non poco ad adattarsi a un percorso non in linea con le proprie capacità e la propria indole.

 

Potrebbe esserti utile un manuale orientativo, per capire meglio come siano organizzate le varie Università, quali siano i corsi di laurea a iscrizione aperta e a numero chiuso, in cosa consistono i test di ammissione e in che modo affrontarli. Tutto questo e altre preziose informazioni, con la possibilità di fare un piccolo test psicoattitudinale:

 

Orientamento Universitario 2022/2023: Guida alla scelta del corso di laurea.

Offerta
Orientamento Universitario 2022/2023: Guida alla scelta del corso...
7 Recensioni

 

 

Inoltre, puoi consultare un manuale con una guida completa agli studi dopo il diploma, con una panoramica esaustiva di tutto il ventaglio dei corsi di Laurea disponibili:

Quale Università? 2021/2022. Guida Completa agli studi post diploma.

Quale Università? 2021/2022. Guida Completa agli studi post...
12 Recensioni
Quale Università? 2021/2022. Guida Completa agli studi post...
  • Editore: Alpha Test
  • Autore: Fausto Lanzoni , Vincenzo Pavoni , Massimo Drago
  • Collana: Orientamento

 

Come scegliere il corso di laurea?

Di seguito, 7 step per capire cosa e come scegliere:

 

1. Prendere informazioni

Sembrerà banale, ma la prima cosa da fare è informarsi e comprendere bene quali siano le facoltà e i corsi di laurea che offre l’università scelta. Puoi visitare il sito web dell’ateneo e trovare tutte le informazioni possibili sui vari indirizzi, i differenti piani di studio, eventuali agevolazioni e attività curricolari o extracurricolari. Tutto ciò è importante per capire cosa ti può offrire realmente l’ateneo da te scelto e se sia in linea con ciò che desideri.

 

2. Avere già un’idea preliminare

Se già hai qualche idea su quale percorso vorresti intraprendere (quantomeno sapere se facoltà umanistica o scientifica),ciò può aiutarti a fare una prima scrematura.

 

3. Conoscere le tue inclinazioni e capacità

La scelta della facoltà non deve essere avventata, e deve essere fatta con criterio e onestà. Per esempio, se sei la negazione per i numeri e le analisi, non sarebbe opportuno iscriverti a una facoltà scientifica, anche se pensi possa offrirti subito sbocchi lavorativi.

 

4. Individua le tue qualità e i tuoi punti di forza

Quali materie ti interessano e ti piace studiare? Cosa desidereresti approfondire? Dopo aver individuato l’ambito di interesse, scegli il corso di laurea più aderente. Ci saranno anche discipline che amerai meno, ma l’importante è essere convinti del corso di laurea nel suo complesso.

 

5. Su quali basi scolastiche poggi la tua preparazione?

Sarebbe opportuno anche considerare le scuole frequentate prima di scegliere il percorso universitario, per evitare di incappare in discipline che richiedono studi mirati pregressi. Per esempio, un corso di laurea come Lettere classiche presupporrebbe uno studio pregresso di greco e latino: se arrivi da ragioneria potresti incontrare qualche difficoltà, sebbene molti atenei predispongano sportelli di recupero intensivo di alcune materie.

 

6. Durata del corso di laurea

Esistono percorsi di studio più lunghi e articolati di altri. Per esempio, Medicina e chirurgia ha una durata sicuramente maggiore di un corso di laurea abilitante in discipline di ambito sanitario come igiene dentale, scienze infermieristiche, fisioterapia, dietistica o una qualsivoglia triennale. Stabilisci dunque da subito quanto tempo vorresti trascorrere sui libri.

 

7. Desideri studiare in un’altra città?

Ci sono varie situazioni: magari ti interessa fare esperienza in un’altra città perché l’ateneo della città in cui vivi non propone un corso di Laurea interessante tanto quanto quello di altri atenei in altre città; magari vivi in un paesino e devi spostarti per forza; oppure, ancora, l’ateneo della città in cui vivi non offre determinate facoltà.

written by Redazione
ALTRI ARTICOLI