close


Lavoro 15 Ott 2022 | aggiornato il: 15 Ott 2022

Come diventare hostess?

Desideri diventare hostess di volo o di terra? Si tratta di un percorso professionale che interessa a molte persone, anche se può essere stancante e sono previsti alcuni requisiti di base. Vediamo insieme l’iter formativo per svolgere questa professione.

 

Di cosa si occupa una hostess o assistente di volo?

Si occupa principalmente fornire assistenza ai passeggeri durante tutte le fasi del volo, dal decollo all’atterraggio.

 

In generale, il personale di cabina deve fare in modo che i passeggeri si trovino sempre a proprio agio durante il viaggio. Per questo motivo, è indispensabile comportarsi con gentilezza, disponibilità, cortesia e saper mantenere calma e sangue freddo di fronte a eventuali problematiche: si tratta di soft skills molto importanti. Oltre a queste doti caratteriali, ci sono altri requisiti prettamente tecnici.

 

Ecco dunque quali sono le mansioni del personale di cabina o cabin crew di una compagnia aerea:

  • Accoglienza a bordo dell’aereo.
  • Illustrazione di tutte le norme e misure di sicurezza.
  • Assistenza nella sistemazione dei bagagli negli scompartimenti appositi.
  • Distribuzione di generi di conforto (cibo e bevande).
  • Assistenza dei passeggeri durante l’intero volo.
  • Prestazione del primo soccorso nelle situazioni di emergenza.

 

Cosa sono i recruitment days?

Ogni compagnia aerea prevede una sezione dedicata al recruiting nelle proprie piattaforme web. In queste sezioni è possibile reperire informazioni utili sulle posizioni aperte e sulle offerte di lavoro.

 

La maggior parte delle compagnie di volo organizza periodicamente giornate dedicate alla selezione del personale. Sono i cosiddetti recruitment days ai quali è possibile partecipare tramite iscrizione online.

 

In base ai dati forniti al momento dell’iscrizione, la compagnia aerea convoca i candidati per sottoporli a colloqui, sia individuali sia di gruppo, che includono almeno un test di cultura generale e uno di lingua inglese.

 

Requisiti per diventare assistente di volo

La professione di assistente di volo richiede diverse hard skills e soft skills (di queste abbiamo parlato poco fa). Vediamo dunque insieme le competenze del flight attendant richieste dalla maggior parte delle aziende di settore:

  • Diploma di istruzione secondaria superiore (non è richiesto uno specifico indirizzo, ma aver frequentato il liceo linguistico o altro istituto con indirizzo in lingue straniere può essere d’aiuto).
  • Ottima conoscenza della lingua inglese e, possibilmente, di una ulteriore lingua straniera.
  • Altezza minima di 1,65 metri per le donne e di 1,70 metri per gli uomini.
  • Discrete capacità natatorie.
  • Non devono essere presenti tatuaggi e piercing ben visibili.

 

Potrebbero, inoltre, essere richiesti requisiti piuttosto specifici, imposti solo da alcune compagnie aeree (per esempio capacità di sollevare un determinato numero di chili di peso, il divieto di indossare gli occhiali da vista o di indossare make up pesante).

 

Se non possiedi i requisiti minimi di altezza richiesti puoi provare a diventare hostess di terra: infatti, per questo ruolo non è richiesta l’altezza minima, non dovendo far parte della cabin crew.

 

Puoi prepararti al meglio consultando questa guida per diventare assistente di volo:

 

La Guida per diventare Assistente di Volo: Seconda Edizione
24 Recensioni

 

La Guida per diventare Assistente di Volo: Seconda Edizione. Si tratta di una guida completa che ti accompagnerà nel tuo percorso per diventare hostess di volo, dalla compilazione del curriculum a consigli pratici per presentarsi al meglio il giorno del colloquio, per passare poi ad analizzare tutti i requisiti e i fondamentali richiesti dalle compagnie aeree.

 

In quest’altra guida, invece, troverai interessanti spunti, compresi gli esercizi solitamente somministrati durante gli open day:

 

 

La guida per diventare Assistente di Volo con Ryanair [BECOME A CABIN CREW] 

 

Come diventare hostess di terra

Non tutte le persone amano l’idea di affrontare voli di almeno cinque ore con coincidenze, fusi orari, passeggiando avanti e indietro lungo il corridoio di un aereo! Se questa prospettiva proprio non ti attrae, c’è sempre la possibilità di diventare hostess di terra.

 

Infatti, una hostess di terra svolge il proprio lavoro in aeroporto. Si occupa di tutte le operazioni di check-in, del servizio informazioni dedicato ai passeggeri e di tutte quelle attività precedenti o successive alla partenza o all’arrivo di un aereo; inoltre, una hostess di terra verifica documenti di identità e visti necessari.

 

Per fare questo lavoro non è necessario nessun brevetto, ma si invia la propria candidatura e si affronta un quiz preselettivo. Per diventare assistente di terra è richiesta la maggiore età, il possesso di un diploma di scuola superiore e un’approfondita conoscenza dell’inglese.

 

Se la persona è ritenuta adeguata al ruolo di assistente di terra, una volta superata la selezione del personale è prevista la frequenza di un corso teorico e pratico, che ha per oggetto l’apprendimento di tutte le normative aeroportuali, e tutto quello che c’è da sapere sulle attività in aeroporto.

 

L’erogazione del corso varia da un’azienda all’altra: le lezioni possono essere a pagamento, gratuite o finanziate dalla stessa compagnia di volo. È anche possibile seguire corsi organizzati dalle agenzie interinali o approntati dall’Enaip del proprio comune di residenza. Vediamo più nel dettaglio questo aspetto.

 

I corsi di formazione per diventare hostess

Come abbiamo visto, una volta superate le fasi di selezione, è necessario frequentare un corso di formazione a terra, della durata di 4-6 settimane. Il corso ha in oggetto temi come la sicurezza, il comportamento da assumere in caso di situazioni emergenziali e può prevedere il conseguimento di un brevetto di nuoto.

 

A conclusione del corso, per ciò che riguarda l’assistente di volo è previsto l’inizio di un praticantato, la quale consiste in 100 ore di volo e in una prova finale presso la compagnia aerea, con lo scopo di ottenere il brevetto ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) per svolgere la professione di assistente di volo e iscriversi all’Albo. Come alternativa alla candidatura presso una compagnia aerea, sono erogati corsi organizzati dagli enti specializzati per affrontare poi l’esame ministeriale direttamente presso l’ENAC.

written by Redazione
ALTRI ARTICOLI
chevron_left
chevron_right