close


Lavoro 30 Apr 2022 | aggiornato il: 4 Set 2022

Come diventare carabiniere?

Alcune persone si domandano come diventare carabiniere e quale percorso di studi intraprendere, oltre a eventuali prerequisiti. Oltre che una professione, per molte persone è una scelta di vita che risponde a valori e questioni etiche personali come ad esempio senso di giustizia, di lealtà. Non solo. Alcune persone interessate a lavorare nell’Arma seguono questo percorso ispirati da un genitore che ha svolto questa professione prima di loro.

 

In Italia, per svolgere questa professione è necessario affrontare e superare un concorso pubblico, al quale si ha accesso solo dopo un preciso iter di studi e nel rispetto di specifici requisiti. Per prepararsi al concorso sono disponibili molti libri di quiz e test con domande che consentiranno di esercitarsi sulle prove d’esame e valutare le proprie conoscenze e capacità, con lo scopo di arrivare preparati alla prova d’esame. Per esempio:

 

Concorso Arma dei Carabinieri: 2.938 Allievi Carabinieri. Questo manuale include tutte le materie d’esame e numerosi test a risposta multipla per potersi esercitare e misurare le proprie conoscenze.

 

Offerta
Concorso Arma dei Carabinieri: 2.938 Allievi Carabinieri
35 Recensioni

 

Ci sono requisiti fisici? Sì, ecco quali

Prima di vedere come accedere all’Arma dei Carabinieri è bene conoscere i requisiti fisici necessari per l’ammissione. Benché sia stato abolito il limite d’altezza minimo, vi sono comunque parametri fisici ben definiti da rispettare.

 

Il Regolamento, ratificato il 2 gennaio 2015, prevede che per la valutazione dell’idoneità fisica dei candidati si devono prendere in considerazione tre parametri:

  • Composizione corporea;
  • Forza a livello muscolare;
  • Massa cellulare, ossia la massa attiva metabolicamente.

 

parametri possono variare tra candidati uomini e donne:

  • Uomini: la percentuale di massa grassa nell’organismo non deve essere inferiore al 7% e non deve superare il 22%; la forza muscolare non deve essere inferiore al 40%;
  • Donne: massa grassa non più bassa del 12% e non superiore al 30%; forza muscolare non minore del 28%.

 

Requisiti di base per accedere all’Arma dei Carabinieri

I requisiti base preliminari per accedere al concorso sono i seguenti:

  • Non devono esserci procedimenti penali in corso ed è necessario avere la fedina penale pulita;
  • Bisogna avere la cittadinanza italiana;
  • È necessario avere un’età compresa tra i 17 e i 26 anni (il limite di età è alzato a 28 anni per i militari);
  • Bisogna aver conseguito il diploma di maturità;
  • Bisogna aver superato necessari accertamenti sanitari e psichici obbligatori.

 

Solo se si è in possesso di tutti i suddetti requisiti e dei requisiti fisici sarà infatti possibile accedere al concorso e poter così provare a entrare nell’Arma.

 

Percorso di studi e concorso

Oltre ai prerequisiti di cui abbiamo parlato, per poter accedere all’Arma dei Carabinieri è in ogni caso previsto un concorso pubblico, articolato in differenti prove in base al grado dell’Arma per il quale si concorre. In linea orientativa, è prevista una prova scritta, una di efficienza fisica e ulteriori accertamenti sanitari e attitudinali.

 

Per prepararsi ai test psico- attitudinali è possibile esercitarsi su un manuale dedicato:

 

Test Psico-Attitudinali e Colloquio psicologico: per la preparazione ai Concorsi nelle Forze di Polizia e nelle Forze Armate.

 

 

Anche se non è necessario essere in possesso di una Laurea (Triennale o magistrale), la valutazione deititoli conseguiti può accrescere il punteggio al momento della compilazione della graduatoria.

 

Le strade per diventare carabiniere sono due: si può concorrere per il ruolo di carabiniere semplice o ufficiale. Inoltre, anche per i passaggi di grado si prevede il superamento di un concorso, che può essere pubblico oppure interno.

 

ruoli dell’Arma per i quali è possibile concorrere sono i seguenti:

  • Appuntato: appuntato semplice, appuntato scelto, carabiniere semplice, carabiniere scelto.
  • Sovrintendente: brigadiere, vice brigadiere, brigadiere capo.
  • Ispettore: maresciallo ordinario, maresciallo aiutante, maresciallo capo, luogotenente o sostituto ufficiale di pubblica sicurezza.
  • Ufficiale: tenente capitano, tenente maggiore, sottotenente, tenente colonnello, colonnello, generale di divisione, generale di brigata, generale di corpo d’armata.

 

Vediamo ora come muoversi per diventare carabiniere semplice o ufficiale.

 

Percorso per diventare carabiniere semplice

Per diventare carabiniere semplice è necessario trascorrere un anno in qualità di volontario dell’esercito e possedere la licenza media inferiore. Soltanto trascorso questo periodo come volontario, è possibile presentare la richiesta per l’ammissione e frequentare poi il corso attitudinale per allievi carabinieri.

 

Il corso da allievo ha una durata di sei mesi e prevede lo svolgimento di alcuni esercizi fisici e la frequenza di lezioni teoriche tenute da ufficiali.

 

Durante le lezioni teoriche, sono affrontati gli argomenti che saranno oggetto dell’esame finale, e cioè diritto penale, processuale, tecniche della circolazione stradale, tecniche di polizia giudiziaria.

 

Solamente dopo l’esito positivo del concorso finale è possibile diventare carabiniere semplice. Invece, per diventare carabiniere ufficiale il concorso è diverso e un po’ più complesso. Vediamo subito.

 

Come diventare carabiniere ufficiale: titolo di studi e prove del concorso

Per entrare nell’Arma nel ruolo di carabiniere ufficiale, è previsto un percorso diverso. Il titolo di studi richiesto per poter accedere al concorso pubblico è il diploma di maturità. In questo caso, il concorso si articola in più prove, vale a dire:

  • test di cultura generale;
  • tema scritto;
  • esame orale;
  • prova scritta;
  • test di lingua straniera;
  • test di informatica;
  • prova attitudinale psico-fisica.

 

Nelle prove scritte si metteranno alla prova le competenze degli aspiranti su alcuni temi di cultura generale, conoscenza della lingua italiana e logica. Questi argomenti saranno anche oggetto del colloquio orale.

 

Invece, per quanto riguarda le prove fisiche, sarà richiesta l’esecuzione di piegamenti, corsa piana 1000 metri, salto in alto; a queste prove, i candidati potranno aggiungere trazioni alla sbarra e salto in lungo.

 

Il superamento del concorso consente di accedere al corso abilitativo, della durata di due anni. Al termine del corso si consegue il grado di sottotenente. Anche per i successivi passaggi di grado e per l’avanzamento di carriera all’interno dell’Arma è necessario superare un concorso pubblico o interno.

written by Redazione
ALTRI ARTICOLI