close


Lavoro 30 Apr 2022 | aggiornato il: 4 Set 2022

Come diventare allenatore di calcio

Vorresti diventare allenatore di calcio perché questo sport è una passione, e non solo? Ci sono diverse strade per poter svolgere questa professione. Forse penserai che per fare l’allenatore sia necessario essere stato prima un calciatore, ma la buona notizia è che non necessariamente funziona così, ci sono altre strade, e stiamo per conoscerle insieme.

 

Quali corsi seguire per diventare allenatore di calcio?

Vediamone alcuni:

 

Corso per Allenatore Dilettante Regionale

Questo corso è un po’ una novità, poiché la FIGC l’ha introdotto da settembre 2019: sostituirà il corso da allenatore UEFA B, destinato all’allenamento di squadre dilettantistiche o giovanili. Il corso da allenatore include120 ore di lezione più un tirocinio. Una volta superati gli esami finali, ai corsisti sarà rilasciato un patentino da allenatore responsabile anche per gli Juniores Nazionali, Provinciali e Regionali.

 

Corso per Allenatore UEFA A

Per conseguire il patentino da allenatore UEFA A, è necessario seguire un corso presso la sede FIGC a Coverciano. Questo corso comprende 192 ore di lezione, incentrate sulla metodologia dell’allenamento, la comunicazione, la psicologia sportiva, la medicina sportiva, il regolamento di gioco, carte federali. Dopo aver superato l’esame finale, si potranno seguire le squadre giovanili, tutte le prime squadre femminili e le prime squadre maschili fino alla Serie C compresa. Inoltre, sarà possibile diventare allenatore in seconda nella Serie A e nella Serie B maschile.

 

Ci sono requisiti d’accesso? Sì: è necessario aver compiuto 30 anni ed essere in possesso dell’abilitazione UEFA B. Tuttavia, riuscire ad accedere al corso UEFA A non è così immediato: se le richieste di partecipazione superassero i posti disponibili, sarà stilata una graduatoria sulla base dei titoli presentati dai candidati. Infatti chi ha già svolto un’attività da allenatore o calciatore guadagna punti in più rispetto agli altri.

 

Corso da Allenatore UEFA Pro

Per diventare allenatore di calcio UEFA Pro è necessario aver compiuto 32 anni e possedere il patentino da allenatore UEFA A. Anche per questo corso è prevista una graduatoria di ammissione che si basa sui titoli conseguiti precedentemente, nel caso in cui le richieste di fossero maggiori dei posti disponibili.

 

Anche questo corso si svolge alla sede FIGC di Coverciano una volta l’anno ed è organizzato in 256 ore di lezione, che hanno per oggetto metodologia dell’allenamento, tecnica e tattica calcistica, psicologia sportiva, medicina sportiva, comunicazione, regolamento di gioco, carte federali. Inoltre, i partecipanti al corso possono frequentare stage presso squadre di Serie A o serie B. Al superamento degli esami finali sarà possibile ottenere un patentino apposito e seguire qualsiasi squadra.

 

Altri corsi per diventare allenatore di calcio

I corsi per diventare allenatore analizzati finora sono tra i più noti, ma la FIGC propone anche alternative. Per esempio, chi desideri diventare allenatore di calcio potrebbe seguire uno di questi corsi:

  • Corso per Allenatore dei Portieri.
  • Corso per diventare Allenatore di Calcio a 5.
  • Corso per diventare Allenatore Giovani Calciatori UEFA Grassroots C Licence.

I primi due sono disponibili sia nella versione di primo livello, sia nella versione dedicata al settore dilettantistico e giovanile. In particolare, il corso da Allenatore di Calcio a 5 ha luogo in una struttura sportiva coperta. Il corso per Allenatore Giovani Calciatori UEFA Grassroots C Licence è destinato a chi vuole allenare giovani calciatori.

 

Chi riesce a ottenere questo patentino avrà la possibilità di lavorare in tutte le categorie del settore, eccezion fatta per i campionati Primavera. I corsi di primo livello si seguono presso la sede FIGC di Coverciano, mentre gli altri sono erogati a livello territoriale con la collaborazione dell’Associazione Italiana Allenatori Calcio e della Lega nazionale dilettanti.

 

La manualistica offre vari spunti per iniziare a prepararsi e formarsi nell’ambito dell’allenamento calcistico, soprattutto per quanto riguarda la comunicazione, la motivazione, la capacità di gestire un team:

 

Il mestiere dell’allenatore. Conoscenze, competenze ed esperienze nel settore giovanile.

 

[amazon box=”8898889879″]

 

È possibile diventare allenatore senza aver fatto il calciatore?

Sì è possibile, come abbiamo accennato in precedenza. È possibile, infatti, iscriversi alla facoltà di Scienze Motorie. La preparazione acquisita durante la triennale o la Magistrale può fornire molte nozioni funzionali a seguire una squadra calcistica in maniera competente. Infatti, il piano di studi Scienze Motorie include discipline afferenti all’area biomedica, educativa, tecnica, addirittura manageriale.

 

Grazie all’approfondimento di queste materie, l’aspirante allenatore sarà in grado di valutare i propri giocatori in un’ottica sportiva e clinica, imparando anche a comunicare ed empatizzare con loro in virtù degli studi relativi all’area educativa.

 

Qui trovi un interessante approfondimento sulla metodologia di allenamento:

 

Giovanissimi e allievi. La metodologia di allenamento. Princìpi ed esercitazioni per formare il calciatore.

 

Offerta
Giovanissimi e allievi. La metodologia di allenamento. Princìpi...
35 Recensioni

 

Oppure può essere interessante consultare un manuale di approfondimento e guida per formare adeguatamente i calciatori:

 

L’allenatore di calcio: Dalla formazione del calciatore alla tattica e modelli di gioco.

 

 

Si può frequentare la facoltà di Scienze Motorie telematica?

È vero che la maggior parte degli Atenei italiani include una facoltà di Scienze Motorie al proprio interno, ma molte Università hanno deciso di porre il numero chiuso, poiché quella di Scienze motorie sta diventando un percorso di studi particolarmente richiesto.

 

Un’alternativa è iscriversi a Scienze Motorie online: infatti, le Università Telematiche con questo indirizzo di studi prevedono prove orientative d’accesso non preclusive, senza ammissione a numero chiuso. Oltre a ciò, alla fine del corso di laurea in Scienze Motorie, si otterrà un titolo del tutto equivalente a al Diploma di Laurea tradizionale, poiché le Università Telematiche sono riconosciute dal MIUR.

written by Redazione
ALTRI ARTICOLI