Ridere durante un horror. Succede anche questo.

Ieri sera con la mia ragazza stavamo guardando un horror.
Insidious 3. Che sarebbe poi il terzo episodio della saga di Insidious e dei viaggi ancestrali durante il sonno in un mondo dominato da spettri e demoni cattivi. Il terzo capitolo non è altro che il prequel del primo episodio che continua nel secondo. Il terzo capitolo racconta l’inizio della saga.

Mi ricordo una scena che mi ha fatto ridere. Cioè, non mi ha fatto ridere la scena in se del film, ma il contorno fuori dal film, cioè l’accadimento avvenuto sulle poltroncine del multisala.
In un’inquadratura molto scura, di una stanza la buio, c’era in primo piano un baby monitor (o una cosa simile; forse più che un monitor video era un monitor audio, passatemi il termine) che si è acceso e dal quale è fuoriuscita prima una voce demoniaca, versi più che parole, e poi il vagito del bambino.
Ma prima che la scena si sviluppasse così, all’inquadratura di questo apparecchio la mia ragazza, esclamando a bassa voce, mi ha chiesto sorpresa cosa c’entrasse nella scena un deodorante spray. Guardandola di traverso ma amorevolmente le ho detto con ironia che non era un deodorante.
Quando si è resa conto della gaffe non è arrossita, ma si è messa a ridere cercando di soffocare la risata con per non fare rumore, ma il tentativo è riuscito malamente. Ha soffocato la sua risata solo in parte, quel tanto che basta per non fare casino, ma non riuscendo ad evitare qualche sguardo di rimprovero o qualche classico “shhhh” di intimidazione per fare silenzio dai vicini di poltrona. Non ha fatto casino, ma un po’ disturbo l’ha creato. Per pochi secondi eh, sia chiaro. I bacchettoni però alla fine non se la sono presa a male e a noi non è importato della figura non proprio buona. È stata una bella scena, sia nel film che fuori dal film.

Vabbè, ritornati alla normalità poi siamo riusciti a gustarci e goderci per intero il film senza altre scene di questo tipo.
Solo qualche sobbalzo tipico dei film horror. Di quelli ben fatti ovviamente. Come Insidious 3. Come tutta la saga di Insidious.

Alla fine della proiezione siamo usciti soddisfatti.
Tornati in macchina, visto che era sabato, abbiamo deciso di andare in birreria.

Durante il tragitto dal multisala al pub, abbiamo rimarcato più volte quella scena ilare, atipica nell’atmosfera di un film horror.
E abbiamo di nuovo sorriso su quella gaffe innocente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *